Meridiana Fly

usbCOMUNICATO STAMPA  MERIDIANA FLY: USB, TAGLIA 42 NON È L’UNICA DIETA IMPOSTA ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI   “L’imposizione di divise taglia 42 alle Assistenti di Volo Meridiana Fly, annunciata della nuova Responsabile Servizi di Bordo, Sig.ra Ceolin, mescola insieme sessismo, imperizia, equivocazione del ruolo di Assistente di Volo, insieme alla assoluta ignoranza del personale che si ha davanti, cominciando dal dato anagrafico, che una dirigente dovrebbe conoscere”, dichiara Francesco Staccioli, Esecutivo nazionale USB Lavoro Privato. “Purtroppo – prosegue Staccioli – quella della divisa non è l’unica dieta imposta alle lavoratrici e ai lavoratori di Meridiana Fly, che da alcune settimane devono fare conti anche con ‘diete occupazionali’, dato che metà dei naviganti è stata posto in Cassa Integrazione, a cui si aggiungono le ‘diete salariali’, con tagli da un minimo dell’8% ad un 25-30% circa. Tutto questo in un clima ormai rovente, fatto di relazioni sindacali inesistenti e di conflitto permanente; una polveriera all’interno della quale la Sig.ra Ceolin in Gentile non ha trovato di meglio che buttare l’ennesimo cerino”. “Siamo sicuri che la vicenda delle divise finirà come merita – prosegue il dirigente USB – siamo molto meno sicuri che questa dirigenza sia veramente capace di chiedersi davvero se può condurre una compagnia aerea in spregio delle minime regole di relazioni”, conclude Staccioli.  Roma, 2 febbraio 2012

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Il governo liberalizza le scorie radioattive

Ven Feb 3 , 2012
Un piccolo comma nel decreto sulle liberalizzazioni riapre la questione delle scorie nucleari, stabilendo che il governo può installare dove vuole i depositi senza il parere ora discriminante delle istituzioni locali. Effetto nimby a parte, il problema è che così si rischia di andare verso la creazione di tanti depositi […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...