Manifestazione Torre Annunziata

SCATENAT’V GUAGLIU’

Dal Vesuvio al mare, dalle strade al ponte, riprendiamoci il futuro, riprendiamoci ciò che è nostro!

La nostra città e il nostro territorio sono abbandonati al degrado e ridotti a discarica
d’italia, con gravi conseguenze per la salute degli abitanti. Questo nella colpevole
indifferenza di una classe politica attenta solo a trarre il massimo profitto personale dallo
sfruttamento delle risorse e del territorio, e che, puntualmente, sotto elezioni, tira fuori
nuove facce e nuovi slogan per coprire le solite vecchie alleanze, una vera e propria saldatura
tra il potere politico, imprenditoria senza scrupoli e cupole camorristiche.

Il ponte di via Sepolcri è uno dei tanti esempi di come i ‘diritti’ dei cittadini vengano
continuamente calpestati: sono ben sette anni che l’arteria che collega via Vittorio Veneto ai
paesi vesuviani e che, soprattutto, garantirebbe il rapido accesso delle ambulanze al Pronto
Soccorso del nuovo Ospedale di Boscotrecase, resta chiusa nonostante numerosi appalti e le
sollecitazioni dei residenti esasperati. Tutti i responsabili, i sindaci, la Consarno, l’ANAS,
se ne lavano le mani dandosi la colpa a vicenda, e il ponte resta un fantasma senza che nessuno
si preoccupi nemmeno di informare sull’andamento dei lavori (sono in corso?).

Come non citare, poi, il caso dello Spolettificio, della cui riconversione e riqualificazione si
è fatto un gran parlare e che invece, oggi, è solo scenario di forte inquinamento ambientale e
tagli alla forza lavoro.

Risale a pochi giorni fa la notizia del rinvio a giudizio dei responsabili di smaltimento di
percolato nel Depuratore Foce Sarno: vengono così confermate le preoccupazioni dei cittadini e
le ripetute denunce dell’USI-Unione Sindacale Italiana (costituitasi parte civile nella causa)
sul mal funzionamento del depuratore, che nel 2007 sono costate il licenziamento ad Angelo
Arpino, un lavoratore dell’impianto. Il percolato è un residuo altamente tossico derivante
dall’accumulazione selvaggia di munnezza nei “buchi” del territorio campano: si tratta di un
liquido che può contenere sostanze più o meno velenose (tracce di rifiuti ospedalieri, solventi,
vernici, olii, fanghi derivanti da finte-depurazioni, eccetera…). Durante l’emergenza, e
sfruttandone il potere derogatorio/repressivo, la catena di comando politica e degli affari
ha smaltito il percolato anche negli impianti di depurazione regionali, con la criminale
consapevolezza (ragione strumentale!) del loro inadeguato funzionamento. L’ovvia tragica
conseguenza è stata l’avvelenamento del mare! La magistratura, con estremo (complice?) ritardo,
accusa funzionari regionali, uomini del potere partitico quali Bassolino, Mascazzini, Bertolaso
(PD-RC-Verdi-governoProdi-Berlusconi-Monti), i vertici aziendali di Hydrogest (gruppo Impregilo-
Fiat), FIBE, Termomeccanica E. oltre che tecnici/docenti dell’università. Ancora una volta
la “cupola” politico–affaristico–criminale specula sulla pelle della popolazione!

E’ arrivato il momento di dire basta alla devastazione del nostro territorio e alla distruzione
del nostro futuro. Vogliamo un ambiente sano e servizi, rivendichiamo opportunità di lavoro e
un reddito di base universale per sfuggire al ricatto meritocratico/classista e diciamo che
non esiste emancipazione/liberazione che non vada di pari passo con il rispetto delle persone
e della natura, che non tenga conto dei bisogni e desideri della collettività. Davanti alla
stomachevole retorica delle promesse elettorali e alla riproposizione dell’ennesima presa
in giro ribadiamo che non ci rassegneremo a questo stato di cose, che sentiamo la rabbia e
la voglia di riprenderci quello che è nostro e di farlo in prima persona, dal basso. Saremo
presenti per confrontarci su ogni decisione e scontrarci contro ogni altro sopruso.

MANIFESTAZIONE CITTADINA

ore 9.00 Concentramento incrocio di via Sepolcri

Venerdì 13 Gennaio 2012 –

PRODUCIAMO CONFLITTO LIBERIAMO SPAZI AUT-ORGANIZZIAMO LE NOSTRE ESISTENZE

Movimento Difesa del Territorio Area Vesuviana Assemblea lunedì e giovedì alle 20.00 in via Eleonora Pimentel Fonseca (dietro p.zza Ernesto Cesaro –

Torre Annunziata)

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Firenze privatizza i trasporti pubblici

Mar Gen 10 , 2012
TRASPORTI: USB, SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI ATAF 27 GENNAIO SCIOPERO GENERALE CONTRO TUTTE LE PRIVATIZZAZIONI     Con voto trasversale, il Consiglio Comunale di Firenze ha deliberato la privatizzazione dell’ ATAF, azienda fiorentina di trasporto pubblico locale. Fra i consiglieri che hanno approvato la privatizzazione ve ne sono alcuni che nel […]
usb
LIVE OFFLINE
track image
Loading...