Header

Mstrapasqua non risponde, la civit si

usb

usbIl nuovo presidente CIVIT raccoglie le segnalazioni di USB P.I. sul presidente dell’OIV

 

 

Romilda Rizzo, nuovo presidente della CIVIT (Commissione per la valutazione, la Trasparenza e l’integrità delle Amministrazioni Pubbliche), appena insediata ha raccolto una segnalazione di USB Pubblico Impiego in merito al presidente dell’OIV, organismo di valutazione della trasparenza e dell’integrità dell’INPS, Francesco Varì.

 

Il presidente della CIVIT ha infatti scritto al presidente dell’INPS, Antonio Mastrapasqua, e per conoscenza a USB, per sapere quali provvedimenti egli abbia adottato o intenda adottare in merito alle irregolarità evidenziate da USB, che riguardano in primo luogo la mancanza  dei requisiti di Varì, settantatreenne ex dirigente dell’INPS, a ricoprire  l’incarico di presidente dell’OIV.

 

“In una lettera del 26 febbraio scorso, inviata a Mastrapasqua e per conoscenza alla CIVIT, avevamo evidenziato la mancanza di requisiti di Varì, già rilevata dalla stessa CIVIT prima della nomina avvenuta nel 2010”, spiega Luigi Romagnoli, dell’Esecutivo nazionale USB Pubblico Impiego. “Riferivamo inoltre che un’indagine interna sulla gestione del patrimonio immobiliare dell’INPS aveva fatto emergere gravi inadempienze di Varì nel periodo in cui era Direttore Centrale del Patrimonio dell’ente previdenziale”.

 

“L’intervento del nuovo presidente della CIVIT è anche una lezione di stile per l’INPS e per Mastrapasqua in particolare – sottolinea Romagnoli – visto che le ripetute segnalazioni di USB finora sono rimaste senza risposta”.

 

“Non possiamo che ribadire la richiesta di dimissioni di Varì dall’incarico di presidente dell’OIV – conclude il delegato nazionale USB – in attesa che la Magistratura e la Corte dei conti accertino le eventuali responsabilità emerse dall’indagine interna dell’INPS”.

Potrebbero interessarti ...

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1