Martedì 17 alle ore 18:00 si terrà la fiaccolata per la pace nella villa comunale di Baronissi. Gli organizzatori invitano inoltre ad estendere questo appello per ribadire il no alla guerra senza se e senza me. Per info Angelo Orientale responsabile Prc per la pace e disarmo prcbaronissi@gmail.com

STOP WAR DOMANI L’USB IN PIAZZA CONTRO LA GUERRA Cortei a Roma e Milano   Domani, 16 gennaio, nel 25° anniversario dei bombardamenti in Iraq, l’USB darà vita insieme ad altre forze sindacali, sociali e politiche che hanno promosso la piattaforma sociale Eurostop, ad una giornata nazionale di mobilitazione contro […]

STIAMO ANDANDOVERSO UN NUOVO CATASTROFICO CONFLITTO MONDIALE A distanza di 25 anni dalla prima aggressione all’Iraq da parte di una coalizione a guida USA, i teatri di guerra si sono moltiplicati. Le guerre in Iraq e Afghanistan, ancora in atto, quelle in Libia e Siria, risultato della destabilizzazione e dell’intervento […]

… LIBIA, SIRIA, MALI… Basta guerre Basta spese militari Contro l’imperialismo del governo italiano Il  vergognoso “ordine del giorno” del Parlamento italiano che autorizza l’invio di istruttori militari, aerei, finanziamenti e “supporto logistico” per la nuova guerra nel Mali necessita di una pronta mobilitazione contro il ruolo imperialista  del nostro […]

1

Contro le menzogne di pace e di guerra NO a nuove aggressioni imperialiste Dopo la Iugoslavia, l’Afghanistan l’Iraq, la Libia… lo stesso copione viene messo in atto per prepararsi a colpire uno “stato canaglia”: la Siria. Un’altra valanga di menzogne su armi di distruzioni di massa, fosse comuni, bombardamenti di […]

Riportiamo report assemblea Stop the war a Roma. Ricordando inoltre la data del 1 giugno come giornata nazionale contro la guerra. La discussione ha cercato di individuare i motivi di difficoltà nella mobilitazione contro la guerra in Libia che si vanno registrando sia nelle iniziative del movimento No War che […]

Ci risiamo. L’Italia – che a parole ripudia la guerra – si è lanciata in una nuova aggressione militare, al fianco di Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti; la quinta in vent’anni, la terza nel giro di un decennio. I motivi? Per questa, come per altre guerre, sono chiari e […]

LIVE OFFLINE
track image
Loading...