Header

Primo giugno, Striscia di Gaza

Verso le 4.00 di questo mattino, un ragazzo appartenente alla resistenza palestinese, Ahmed Abu Nasser, 20 anni, si è diretto al confine con Israele in Khan Younis, a sud della Striscia di Gaza, oltrepassandolo. E’ iniziato uno scontro a fuoco con i soldati israeliani che l’hanno ucciso. Media israeliani hanno riferito che anche un soldato israeliano è rimasto ucciso.

Successivamente tre ragazzi su un motociclo si sono avvicinati al confine per andare a prendere il corpo del ragazzo non sapendo se fosse morto o ferito, mentre si trovavano ad una distanza di più 600 metri dal confine un drone israeliano ha lanciato un missile ed i tre sono rimasti gravemente feriti.

Suraqa Qudeeh, 18 anni, è rimasto ferito alla testa, ha perso una gamba ed ha frammenti di missile nel corpo.
Mohammed Qudeeh, 24 anni, ha perso in parte una gamba.
Najy Qudeeh, 27 anni, ha perso due gambe gambe. Najy non ce l’ha fatta ed è morto in ospedale questa sera. Era padre di 5 bambini.

Maggiori dettagli sulle condizioni degli altri due li potrò dare domani quando andrò in ospedale.

Sono andata sul posto questa mattina dopo l’attacco israeliano, il missile ha provocato un foro profondo nel terreno.
Pezzi di corpi umani sparsi, sangue sulle piante, schizzi di sangue sulle case, vestiti stracciati nell’esplosione
Ho incontrato la madre di Mohammed, uno dei tre feriti, che non poteva fermare le lacrime.
La resistenza palestinese risponde alle aggressioni quotidiane dei soldati israeliani al confine. Ma Israele è feroce e il suo attacco devastante.
Soldati israeliani hanno anche bruciato un campo dove la settimana prossima avremmo dovuto accompagnare dei contadini a raccogliere il grano.

Cercherò di dormire per quel che posso ed anche se le mani ancora mi tremano

Rosa Schiano

Gaza, 1 giugno 2012

Potrebbero interessarti ...

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1