Sindacalisti torturati in Afganistan

1

Lo scorso dicembre vi abbiamo parlato di uno scontro sanguinoso in Kazakhstan tra lavoratori del petrolio in sciopero e governo.

Sono passati sei mesi, e invece di indagare su quanto accaduto e cercare una soluzione pacifica al conflitto, le autorità hanno colpito con forza.

Molte persone sono state messe sotto processo e condannate a pene detentive, ci sono state accuse di tortura, e il governo continua a punire le persone per il “crimine” di “istigazione al conflitto sociale”.

E tempo che questo non avvenga più, e che le pene detentive siano riconsiderate, i casi di tortura indagati, e la legislazione repressiva abrogata.

La International Trade Union Confederation, insieme con i centri nazionali del lavoro in Russia e Kazakistan, ha lanciato una campagna online di protesta.

Abbiamo bisogno che migliaia di sindacalisti in tutto il mondo dedichino il tempo – ed è solo un minuto – per l’invio del loro messaggio di protesta.

Spedisci il tuo messaggio ora: http://www.labourstartcampaigns.net/show_campaign.cgi?c=1480

E per favore inoltra questa email ai tuoi colleghi iscritti al sindacato. Spargi la voce – contribuisci alla campagna!

Grazie

 

 

crazyhorse

One thought on “Sindacalisti torturati in Afganistan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Trivellazioni profonda dei Campi Flegrei: Mobilitiamoci!

Lun Lug 9 , 2012
Oggi, come Laboratorio Politico Iskra, abbiamo organizzato in poco tempo un presidio fuori l’ingresso degli uffici della Bagnoli Futura, poiché il progetto di trivellazione profonda dei Campi Flegrei è arrivato a compimento. Tanti studenti e lavoratori, nonostante l’orario e l’appuntamento scomodo per chi lavora, hanno partecipato al presidio con l’intenzione […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...