I.A.I.: essere senza tetto non è un reato

Invitiamo i nostri amici di tutto il mondo ad unirsi alla lotta contro la criminalizzazione dei senzatetto in Ungheria.

Vi chiediamo di organizzare manifestazioni di solidarietà il 13-14-15 febbraio 2014 , possibilmente davanti alle ambasciate o consolati ungheresi nel vostro paese.

Le elezioni del 2010 hanno portato ad una totale, autoritaria e punitiva inversione di rotta: la democrazia costituzionale è stata sostanzialmente abolita; i diritti dei lavoratori sono stati ridotti; il diritto alle prestazioni sociali limitato ed è stato reso effettivo un rigido sistema che prevede l’impiego lavorativo degli assistiti. Le persone in cerca di asilo sono state soggette ad un ingiustificato regime di detenzione; sono state introdotte politiche penali sempre più severe attraverso sanzioni sproporzionate; è stata autorizzata una sorveglianza sugli impiegati statali senza precedenti. Dal passaggio al capitalismo nel 1990, il tasso di povertà e il livello di disuguaglianza dei redditi non sono mai stati così elevati come adesso.

Nonostante anni di lotta e proteste, in Ungheria essere senzatetto è diventato un reato punibile . Nel novembre 2012, la Corte Costituzionale ha abrogato una legge che criminalizzava i senzatetto che dormivano in strada, affermando che per lo Stato i senzatetto dovrebbero essere una questione sociale, non criminale. Il partito al Governo ha risposto con la decisione di modificare la Costituzione stessa autorizzando i governi locali a punire la “dimora abituale in spazi pubblici”. Le persone senza casa possono essere già sottoposte a campi di lavoro forzato, ad una pena pecuniaria e alla carcerazione in molte zone di Budapest, e persino numerose autorità locali fuori dalla capitale stanno criminalizzando i senzatetto.

Noi, senzatetto e membri alleati di la Città è di tutti vi chiediamo di aiutarci ad abolire questa disumana legislazione e di esprimere la vostra solidarietà nei confronti dei senzatetto Ungheresi.

Se il tempo a disposizione e le risorse che avete ve lo consentono, vi chiediamo di organizzare manifestazioni di solidarietà il 13-14-15 febbraio 2014 , possibilmente davanti alle ambasciate o consolati ungheresi nel vostro paese. Se lo farete, per favore mandateci immagini o video da pubblicare sul nostro sito internet e sulla pagina Facebook, così che si possa pubblicizzare la protesta internazionale contro la guerra in corso contro i poveri inUngheria.

Speriamo che possiate trovare il modo per appoggiare la nostra battaglia. Per qualsiasi domanda relativa all’evento, alla documentazione o relativa alla stessa criminalizzazione dei senzatetto, vi preghiamo di contattarci all’indirizzo: avarosmindenkie@gmail.com – cc: info@habitants.org

Grazie a tutti per l’aiuto!

La Città è di tutti  (A Varos Mindenkie)

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

12/4. Manifestazione nazionale contro l'austerità dell'Unione europea

Mar Feb 11 , 2014
Una buona assemblea, quella di stamattina a Roma, nella facoltà di Fisica. E pensare che non era neppure scontato che si potesse organizzarla, riunendo le numerose anime del movimento antagonista di questo paese. Alle difficoltà soggettive si era infatti aggiunta l’incertezza circa la data dell’”evento” aggregante, quel vertice europeo sulla […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...