Casa dell’acqua, ma gestita da chi?

13

La casa dell’acqua di Mercato San Severino è diventato per un certo periodo di tempo l’esempio di come una parte della destra campana fosse sensibile alla problematica del bene comune. Come Radio avevamo più volte ed in più incontri denunciato, che ciò non era possibile poichè un partito che a livello nazionale “razzola male”, non può “predicare bene” a livello locale. La casa dell’acqua che sarà affidata ad una società privata è un affronto alla popolo dell’acqua e di tutti quelli che si sono spesi in questi mesi per invertire la rotta sul progetto che il governo ha sull’acqua pubblica.

vota 2 si contro la privatizzazione dell’acqua

Dalla Città

Mercato San Severino. E’ la prima “Casa dell’acqua” di tutta la Campania, la struttura inaugurata ieri presso il Centro per l’Ambiente situato nella frazione Costa di Mercato San Severino, e giá si prevede di realizzarne altre due dislocate in altre frazioni del territorio sanseverinese; è un chiosco di dimensioni ridotte, a mo’ di gazebo, nominato “Il formello”. Qui i cittadini potranno attingere a costo irrisorio (un centesimo al litro per l’acqua naturale, cinque centesimi per quella gassata) l’acqua smistata dall’acquedotto comunale sia naturale che mineralizzato ma purificata e filtrata ad hoc avvalendosi della tecnologia sostenibile dei raggi Uva e della cosiddetta “osmosi inversa”. Ciò permette il risparmio economico da parte delle famiglie del comprensorio, che potranno quindi recarsi all’isola ecologica ad approvvigionarsi, nonché la diminuzione dell’inquinamento ambientale e dell’impatto ecologico delle bottiglie di plastica utilizzate per contenere l’acqua.
• Un folto gruppo di rappresentanti istituzionali, mescolati ai bambini delle scuole del territorio, ha tagliato il nastro per la nascita della “Casa dell’acqua”, oltre al sindaco Romano e al presidente della Provincia Cirielli, con la collaborazione del cui ente il progetto è stato cofinanziato. Presenti tra gli altri gli assessori comunali Zampoli, Alfano, Bisogno, Caliano e i consiglieri Perozziello e Giordano. Sono altresì intervenuti l’ex sindaco Rocco D’Auria e Marcello Feola, assessore provinciale ai Lavori pubblici. A benedire il chioschetto, don Antonio Pagano, parroco della vicina chiesa di Costa. Il responsabile della Gori Francesco Rodriguez ha affermato: «E’ un’ottima iniziativa per me e per coloro che lavorano alla Gori; è importante far sapere che l’acqua del rubinetto distribuita agli utenti della nostra cittadina è di elevata qualitá e controllata almeno una volta a settimana. I controlli avvengono sia a livello batteriologico che dal punto di vista chimico».

crazyhorse

13 thoughts on “Casa dell’acqua, ma gestita da chi?

  1. Pingback: sbobet
  2. Pingback: sbobet
  3. Pingback: nova88
  4. Pingback: relx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Lettera aperta a Pietro Grasso

Mar Apr 19 , 2011
LETTERA APERTA CON DENUNCIA CONTRO IGNOTI Al Procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso Al Rettore dell’Università di Salerno, Raimondo Pasquino e p.c. agli organi di informazione La scrivente O.S. USB Università, con la presente lettera espone quanto segue: nel 2010 il Procuratore generale presso la Corte dei Conti, Furio Pasqualucci, lancia […]

You May Like

WP Radio
WP Radio
OFFLINE LIVE