Storie dalla Palestina: Calpestati i diritti dei lavoratori palestinesi

Un tentativo di organizzare i lavoratori palestinesi di un’autofficina della West Bank è stato impedito dal datore di lavoro israeliano con la collaborazione della polizia. I lavoratori dell’autofficina Zarfati, organizzati nel sindacato indipendente WAC-MAAN, hanno proclamato uno sciopero in difesa dei loro diritti. Il datore di lavoro, per tutta risposta, ha inventato accuse in materia di “sicurezza” contro il leader dell’organizzazione, Hatem Abu Ziadeh, usando come copertura la guerra a Gaza. La polizia israeliana gli ha revocato il permesso di lavoro, condannandolo di fatto al licenziamento. WAC-MAAN e i lavoratori dell’autofficina Zarfati sono decisi a lottare contro questo arbitrio. Inviate un messaggio di protesta per sostenere la loro battaglia affinché siano ritirate tutte le accuse contro Abu Ziadeh, e gli venga assicurata la possibilità di organizzarsi in difesa dei propri diritti.

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Deposito cauzionale per le utenze idriche di Sala Consilina: la storia infinita

Lun Ago 4 , 2014
Il modo in cui il Comune di Sala Consilina ha gestito e continua a gestire la questione del trasferimento della gestione della rete idrica ad una S.p.A. di Vallo della Lucania è davvero singolare. Mai ci saremmo aspettati di trovarci di fronte ad amministratori così chiusi alle tematiche che attengono […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...