Solidarietà al popolo Palestinese: lunedì in collegamento dall’Orientale

Nella striscia di Gaza continuano i bombardamenti israeliani che finora hanno già provocato 18 morti, fra cui anche bambini.
Di nuovo la prigione a cielo aperto in cui sono chiusi un milione e 650mila palestinesi diventa obiettivo della macchina da guerra di Israele, forse con il progetto di incendiare l’intera area o “semplicemente” per continuare lo stillicidio di morti e violenza che da anni va avanti quasi ininterrottamente insieme all’embargo.
In queste condizioni si esprime la drammatica resistenza di
Gaza, dei suoi partigiani e della sua popolazione civile!

Eppure l’informazione mainstream in Italia è quasi tutta vergognosamente, omertosamente di parte (Israeliana).

Anche per questo lunedi 19 novembre alle 17.00 nell’aula Matteo Ripa, all’Università Orientale (palazzo Giusso) terremo un collegamento con Alessandro, un attivista che da giorni si trova nel campo profughi di Jabalia a Gaza, e insieme a lui con studenti e altri esponenti della società civile palestinese.
Per ascoltare in viva voce la drammatica realtà di questi giorni. Per rompere la censura

Per chi non potrà intervenire ci sarà una diretta streaming su
http://www.inventati.org/radiodimassa/

(nella foto:
la maglietta che indossava Ahmed Younis Khader Abu Daqqa, 13 anni, grande tifoso del Real Madrid e di Mesut Ozil, assassinato dalle bombe israeliane su Gaza…)



Comitato campano di solidarietà col popolo palestinese

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Studente non aver più paura

Ven Nov 16 , 2012
15 ANNI E NON AVER PIU’ PAURA Ti hanno guardato con sufficienza per alcune ore quella mattina che sei sceso in piazza non importa dove Ti hanno ascoltato con sarcasmo urlare la tua rabbia e il tuo desiderio non importa quando Hanno deciso che era giunto il momento di darti […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...