Header

solidarietà ai lavoratori e studenti brasiliani

Esprimiamo la nostra solidarietà alle masse popolari brasiliane che in questi giorni stanno scendendo in piazza contro l’aumento delle tariffe del trasporto pubblico, contro il carovita, contro le misure antioperaie imposte dal governo di Dilma Rousseff. Nonostante la pesante repressione governativa (pallottole di gomma sparate ad altezza d’uomo e dagli elicotteri, impiego di gas, cariche a cavallo, caccia all’uomo, ecc.), i giovani e i lavoratori non si arrendono: il 20 giugno sono scese in piazza più di un milione di persone in tutte le principali città del Brasile per rivendicare trasporti, sanità e scuola pubblici e gratuiti.

Un primo importante risultato è stato già raggiunto: a San Paolo, Rio de Janeiro e in altre città i manifestanti sono riusciti ad ottenere il ritiro dell’aumento delle tariffe dei trasporti deciso precedentemente dai governi locali e nazionale. Ma la lotta non si ferma: i giovani e i lavoratori chiedono la totale gratuità dei trasporti e di tutti i servizi sociali.
Mandiamo un caloroso saluto ai compagni della Csp-Conlutas del Brasile (il più grande sindacato di classe dell’America Latina), che è in prima fila nelle proteste e ha permesso la discesa in campo, al fianco dei giovani studenti e dei precari, della classe lavoratrice brasiliana (a partire dai lavoratori dei trasporti e dagli operai metalmeccanici). La lotta di classe è una sola in tutto il mondo! Siamo al vostro fianco nella lotta!
Prime firme:
No Austerity – Coordinamento delle lotte
Resistenza Operaia – Operai Fiat-Irisbus
Cub Immigrazione
Coordinamento Migranti Verona
Movimento No Tem
Cobas Richard Ginori – Firenze
Cub Firenze
Cobas Poste Firenze
Rete di Sostegno Attiva Jabil
Delegati Fiom Ferrari – Maranello (Modena)
Flmuniti Cub Ferrari – Maranello (Modena)
Coordinamento Lavoratori Autoconvocati – Milano
Cub Scuola Università e Ricerca
Cub Cremona e provincia
Cub Reggio Emilia
S.I.Cobas
Per sottoscrivere questo messaggio di solidarietà scrivi a

Potrebbero interessarti ...

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1