Sciopero generale in Val Susa

SIAMO  TUTTI  NO TAV  : 23 MARZO, SCIOPERO GENERALE IN VAL SUSA

 

Un’altra giornata di lotta NO TAV su tutto il territorio nazionale , che si impone all’attenzione delle prime pagine di giornali e tv e che mette alla frusta l’odioso “ perché SI” ribadito anche dal governo Monti, le cui decisioni sulla repressione e sugli espropri hanno fatto diventare la TAV in Val di Susa  “ una questione nazionale”.

Da Bussoleno a Roma,Milano, Perugina,Cagliari, Trento, Pesaro , nelle manifestazioni si è levato un solo grido “ SIAMO TUTTI NO TAV, LIBERI TUTTI “. Respingendo così al mittente le minacce persecutorie, gli abusi deformativi dei grandi media, i luoghi comuni sui partecipi di questo movimento, non capendo e/o non volendo capire la portata di questa mobilitazione, che simboleggia la riscossa dal basso dei “ governati contro l’abuso dei governanti”, la sfida tra Davide e Golia.

 

Questa barricata solidale , riparte con un mese di campagna per giungere allo SCIOPERO GENERALE DELLA VAL SUSA IL 23 MARZO .

Un impegno che la Confederazione  Cobas fa suo, attivandosi fin da subito per la sua riuscita e allargamento tra i lavoratori dipendenti e le altre categorie sociali.

 

La battaglia NO TAV sta assumendo  la funzione di collante delle diverse anime nel movimento, protese all’agire insieme contro i diktat governativi che in forma autoritaria e con la formula  “dell’emergenza-crisi”, intervengo in ogni segmento della società, a partire dalla sopraffazione dei diritti dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani, dei beni comuni.

Questa battaglia ha già conquistato la dimensione nazionale – praticamente in ogni città piccola e grande , ci sono ripetute manifestazioni e si sta formando il blocco sociale che sostiene la NO TAV-

ora si tratta di farla partecipare in campo europeo.

 

Già ieri a Parigi, Londra, Madrid , ci sono state le prime avvisaglie non iniziative varie.

 

A Marsiglia , dal 14 al 17 marzo, si terrà il FAME ( Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua) , una importante occasione per il movimento NO TAV – partecipando al meeting e alla grande manifestazione del 17 marzo , presenti  le delegazioni europee e mondiali – di sollecitare attenzione, partecipazione e coordinamento  contro la TAV/corridoio UE da Lisbona a Kiev , che viene spacciata di “ interesse strategico europeo” , quando invece è lo snodo affaristico- politico che lega i potentati europei.

 

“  CI SONO GIORNI CHE VALGONO ANNI “ , quelli presenti  contro la TAV  assumono una formidabile rispondenza a questo antico detto , suscitato alla vigilia di grandi sommovimenti e cambiamenti.

 

Roma  4marzo 2012                                             Confederazione  Cobas

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

UnaeNdrina

Lun Mar 5 , 2012
COMUNICATO STAMPA 05 MARZO 2012 Stopndrangheta.it lancia la campagna di comunicazione in vista della sentenza di Crimine, un processo storico contro la cupola delle cosche In rete il Dossier con gli approfondimenti e i commenti UNAeNDRINA la creatività antindrangheta Manifesti, brochure, adesivi, magliette e il tam tam on line Il […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...