MEDIAWORLD: TENSIONE A BOLOGNA AL PRESIDIO DEI LAVORATORI

Iacovone (USB), di qui non ce ne andiamo

 

Momenti di tensione a Bologna, in piazza XX Settembre 2, dove i lavoratori MediaWorld sono stati respinti dal servizio di sicurezza dell’Hotel NH de la Gare, dove si sta discutendo del futuro occupazionale di circa 8.000 dipendenti della multinazionale tedesca.

 

I lavoratori, giunti in presidio da Roma, Rimini, Milano e Torino, chiedono di essere rappresentanti al tavolo dove l’azienda ha ammesso soltanto i sindacati a lei graditi.                

 

“In un albergo di lusso  e in totale spregio della democrazia vengono gestiti i destini di 906 esuberi, escludendo l’USB che a MediaWorld rappresenta moltissimi iscritti”, attacca Francesco Iacovone, dell’USB Lavoro Privato.

 

“Da qui non ce ne andiamo – sottolinea Iacovone – vogliamo far sentire la nostra voce e le nostre proposte contro questa mattanza occupazionale. Siamo pronti a proseguire la mobilitazione unendo la lotta dei lavoratori e delle lavoratrici MediaWorld con tutte le lotte in corso nella grande distribuzione organizzata, settore in cui si stanno pagando duramente gli effetti della crisi”, conclude il dirigente USB.

crazyhorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Gli autoferrotranvieri confermano che la giusta “corsia” è quella della lotta

Lun Mag 18 , 2015
SCIOPERO TPL: FORTI LE ADESIONI, NETTA LA RISPOSTA A CHI VUOLE IMPEDIRE LO SCIOPERO Nonostante i pesanti interventi di contrasto allo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale, proclamato per oggi dall’USB Lavoro Privato contro il jobs act, i tagli ai servizi di welfare locale, il Contratto Nazionale […]
LIVE OFFLINE
track image
Loading...