Contro la sospensione del centro antiviolenza “Il Volo delle Farfalle”

L’associazione “Resilienza” di Agorà, Onlus attiva nella sensibilizzazione e nella lotta contro la violenza di genere, manifesta il suo disappunto nell’apprendere la notizia della sospensione del centro antiviolenza “Il Volo delle Farfalle” di Vallo della Lucania. Il CAV, operante dal 2017 con tre sportelli (a Vallo, ad Agropoli e a Santa Maria di Castellabate), ha subito dapprima l’interruzione della sua attività e successivamente la completa sostituzione della sua equipe. Le 13 operatrici (l’ex coordinatrice Marta Monzo, 4 psicologhe, 3 assistenti sociali, 2 consulenti legali e 3 sociologhe) sono state sostituite da figure professionali del segretariato sociale deputate, tra l’altro, anche alla presa in carico dei maltrattanti. Resilienza avalla la denuncia delle modalità brusche della sospensione del servizio che non hanno tenuto conto della delicata posizione delle donne prese in carico, costrette ad essere abbandonate dalle precedenti operatrici che non ne avevano più la titolarità. In una società in cui è stato necessario plasmare un neologismo, “femminicidio”, per sensibilizzare sulla mattanza psicologica e fisica di una sua componente, questa frattura tra la teoria degli strumenti e la sua prassi esecutiva è una ferita che ci fa sanguinare.

Carmine Falco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Bolivia: contro il golpe civico-militare - di Marco Consolo

Lun Gen 20 , 2020
In Bolivia, fin dalla prima vittoria elettorale di Evo Morales nel 2006, gli Stati Uniti non hanno mai smesso di cospirare. Nulla di nuovo, nella controffensiva imperialista contro i processi di cambiamento nel loro “cortile di casa”, secondo la famosa dottrina Monroe. I grandi media internazionali hanno versato tonnellate di […]

You May Like

LIVE OFFLINE
track image
Loading...