Header

Con Governo Monti debito pubblico record

Il giorno prima dell’insediamento del Governo Monti il debito pubblico era al 117% del Pil.

Il Governo Monti ha detto che il suo unico obiettivo era la riduzione del debito pubblico.

Il Governo Monti ha imposto misure draconiane alla società per ridurre il debito pubblico.

Oggi il debito pubblico è al 126% del Pil.

Ergo, il Governo Monti ha fallito e deve andare a casa.

 Ma il tutto si può vedere da un’altra angolazione :

 Il giorno prima dell’insediamento del Governo Monti il debito pubblico era al 117% del Pil.

I poteri forti hanno deciso che il debito pubblico era l’emergenza assoluta e hanno insediato il Governo Monti.

Con la scusa del debito pubblico, il Governo Monti ha imposto misure draconiane per stremare la società.

Oggi la società italiana è stremata e il debito pubblico non è mai stato così alto.

Ergo, il Governo Monti può continuare con tutta la ferocia necessaria.

 

E infine tutto si può leggere anche così :

 

Il giorno prima dell’insediamento di Monti le politiche liberiste erano al palo, anche grazie al vittorioso referendum sull’acqua.

I poteri forti hanno deciso che se privato non è più bello deve divenire obbligatorio o almeno ineluttabile.

I poteri forti hanno creato l’alibi del debito pubblico e insediato Monti per ripristinare il comando sociale dei poteri forti finanziari.

Il Governo Monti ha stremato la società e il record del debito pubblico serve a proseguire l’opera.

Ergo, la società deve dire “Il re è nudo”, riappropriarsi di ciò che gli appartiene e mandare a casa il Governo Monti.

Debito pubblico, record dell’Italia
nel secondo trimestre è al 126% del Pil

Secondo i dati Eurostat il nostro Paese si conferma secondo solo alla Grecia. Cresce anche quello di Portogallo, Irlanda e Spagna

BRUXELLES – Nuovo record per il debito pubblico italiano, che nel secondo trimestre del 2012 è schizzato al 126,1% del Pil (Prodotto interno lordo). A dirlo sono i dati resi noti da Eurostat. Nel primo trimestre il debito aveva già raggiunto il picco di 123,7%, il più alto dal 1995 quando era al 120,9%. L’Italia si conferma seconda solo alla Grecia, il cui debito è ora al 150,3%.

Balzo in avanti anche per il debito portoghese, passato dal 112% al 117,5%, e quello irlandese, cresciuto dal 108,5% al 111,5%. Anche il rapporto debito/Pil della Spagna è in netto aumento: dal 72,9% dei primi tre mesi del 2012 al 76% di fine giugno.

Sale anche il debito dell’eurozona, che raggiunge quota 90% del Pil nel secondo trimestre, dall’88,2% dei tre mesi precedenti. Il rapporto debito/Pil continua a salire anche nell’Ue nel suo complesso, dove è passato dall’83,5% del primo trimestre all’84,9% del secondo.

Potrebbero interessarti ...

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1