Header

Volantinaggio Pomigliano

pomigliano-non-si-piegaGiovedì 11 aprile, presso il coordinamento cabina di regia per la gestione della crisi della Regione Campania si è svolto l’incontro per il futuro della PCMA(già ex-Ergom) Magneti Marelli di Napoli e dei suoi 720+ 30 dipendenti dei servizi fra sindacati, Regione e l’azienda. La Fiom ha fatto l’incontro solo con l’assessore Nappi dopo l’incontro tra i sindacati firmatari, l’assessore, la dirigenza della Magneti Marelli e Pietro De Biasi, capo delle relazioni industriali di FIAT. Da tale incontro non è uscita soluzione che non sia fumosa e qualora attuabbile, ad una ripresa di mercato, sicuramente parziale.  La pressione e l’individuare i sindacati firmatari come parte attiva, per mezzo del Piano Panda, ad aver portato a tale situazione, da parte dei lavoratori ha costretto i sindacati tutti a dover mettere per iscritto in un comunicato(che invio allegatoche SI TEME PER LA SITUAZIONE DEL 2° INDOTTO CAMPANCHE RISCHIA DICHIUDERE. TUTTO CIòAVVIENE NELLA SETTIMANA DEI BOTTA E RISPOSTA TRA MARCHIONNE E LA FIOM SU FIAT CHE NON LICENZIA E LE CHIUSURE DI IRISBUS E TERMINI IMERESE.

I lavoratori della PCMA(ex-Ergom) Magneti Marelli di Napoli, sono in assemblea permanente da lunedì 15. Tale decisione è statapresa, sotto la pressione dei lavoratori, da tutti i sindacati, firmatari compresi, con comunicato unitario in cui si teme per la chiusura del sito coi suoi 720 dipedneti.
Oggi, giovedì 18, abbiamo chiamato tutti i segretari ed organizzato un’assemblea fuori fabbrica. Si è detto da più parti che non si può solo bloccare e presidiare solo la nostra fabbrica sita lontano e distante dalla società, ma si deve rilanciare altrimenti rimanere esclusivamente lì fuori ci porterà ad consumarci. Non è possibile fare una lotta contro il gruppo Fiat ed avere a pieno regime la Fiat di Pomigliano. Non è possibile che noi stiamo per intere giornate a bloccare l’ex-Ergom mentre a Pomigliano fanno 2 ore di straordinario a fine turno nei reparti !!! Pertanto e consapevoli delle difficoltà a scioperare in quella fabbrica, si è chiesto ed ottenuto alle segreterie di iniziare un percorso in 4 fasi che arrivi allo sciopero e blocco dello straordinario in nostra solidarietà della Fiat di Pomigliano:
1) Volantinaggio del comunicato unitario del blocco delle merci domani dalle 13.00 all’ingresso 2;
2) Assemblea con i delegati della FIAT(visto che sono i delgati che passano nei reparti e convincono o meno i lavoratori a scioperare) di tutti i sindacati davanti l’ex-Ergom;
3) Assemblea a Pomigliano D’Arco per sensibilizzare circa la vertenza Ergom e preparare lo sciopero;
4) Indire alcune ore di sciopero all’interno della FIAT di Pomigliano.
Tutto ciò è stato condiviso dalle segreterie, però i segretari della FIM e UILM presenti ci hanno informato che non essendo loro a seguire le aziende auto, per i tempi e modi di assemblee e sciopero ci fanno sapere in tempi brevi. Per evitare perdite di tempo, se entro domani non abbiamo notizie, lunedì mattina saremo sulle segreterie.

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1