Header

Vertenza CSTP: USB convocata dal Prefetto di Salerno

usb

usbPaolo De Matteis: “il nostro obiettivo è fermare la liquidazione del CSTP”

In seguito allo stato di agitazione dei dipendenti di CSTP, mercoledì 11 luglio alle ore 12,30, il Prefetto di Salerno ha convocato l’Azienda CSTP e l’Organizzazione Sindacale USB per il tentativo di conciliazione ex art.2, comma 2, Legge n. 146/1990 come modificata ed integrata dalla Legge n. 83/2000.

La delegazione che si recherà in Prefettura, in rappresentanza dell’Assemblea permanente dei Lavoratori CSTP, sarà accompagnata dal dirigente sindacale RSA (rappresentante sindacale aziendale)  Paolo De Matteis insieme ad Ignazio De Rosa, dirigente della Federazione Provinciale USB di Salerno.

In queste ore è in discussione all’Assemblea permanente dei Lavoratori CSTP, un documento che si allega al presente comunicato stampa e che sarà uno dei punti del confronto che sindacato e azienda avranno nella sede della rappresentanza territoriale del Governo della Repubblica, mercoledì 11 luglio. All’incontro in Prefettura, devono responsabilmente partecipare tutti i proprietari/soci di CSTP, quindi tutti i sindaci e il Presidente dell’amministrazione Provinciale che detiene la quota di maggioranza relativa nonché  i quasi 45 milioni di euro (22,99%)  stanziati per il 2012 dalla Regione Campania per il TPL (trasporto pubblico locale)  della provincia di Salerno.

CSTP S.p.A. non è un’azienda in crisi di mercato: CSTP è un “bene comune” chiamato a gestire soldi pubblici per erogare servizi pubblici. La richiesta di TPL da parte della cittadinanza, sia essa residente che turista, è enorme ed è in continua crescita: ecco perché ogni tentativo di ridurre il “tempo di impiego” dei lavoratori (vedi contratti di solidarietà) è, insieme alla “propaganda” della ricapitalizzazione (visto anche gli ulteriori tagli miliardari decretati dal Governo agli Enti Locali), un palese artificio “aziendalista” per portare a compimento lo smantellamento di CSTP e i licenziamenti dei lavoratori.

USB auspica che negli annunciati e prossimi incontri di lunedì e martedì, gli assessori ai trasporti del Comune e della Provincia di Salerno, raggiungano impegni scritti che rispondano immediatamente e positivamente alle richieste dei lavoratori. Questi impegni potranno poi essere ratificati insieme al Prefetto di Salerno nella giornata di mercoledì 11 luglio.

 

 

 

——————————————

 

 

 

richieste dall’Assemblea dei Lavoratori CStp

 

 

 

Al Sig. On.le Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Salerno

Al Sig. On.le Sindaco del Comune di     Salerno, Angri, Baronissi, Castel S. Giorgio, Cava De’ Tirreni,
        Corbara, Fisciano, Mercato S. Severino, Nocera Inferiore,
        Nocera Superiore, Pagani, Pellezzano, Pontecagnano,
        Roccapiemonte, S. Egidio di Monte Albino,
        S. Marzano sul Sarno, S. valentino Torio, Sarno, Scafati,
        Siano, Vietri sul Mare
                                        

Oggetto: convocazione Assemblea straordinaria dei Soci CSTP S.p.A.

I lavoratori della CSTP S.p.A. riuniti in assemblea permanente, richiamano i soci alle loro responsabilità civili e penali nei confronti dei cittadini e di tutti i lavoratori. Tali responsabilità sono estrinseche nonché  oggettivamente correlate alla responsabilità politica della gravissima crisi economica in cui sono stati precipitati tutti i dipendenti della CSTP S.p.A. La tensione generata negli uomini e nelle donne, dipendenti e familiari, è ormai nota ai rappresentanti dell’ordine pubblico della Prefettura e Questura di Salerno. Nella giornata del 6 luglio 2012 i dirigenti della Prefettura e della Questura di Salerno hanno gestito una protesta che per ben 5 ore ha bloccato il traffico cittadino con la fattiva collaborazione dei due assessori ai trasporti di Provincia e Comune (insieme titolari della maggioranza societaria di CSTP S.p.A.). L’assemblea permanente dei lavoratori del CSTP S.p.A. esprime completa delusione sulla gestione “politica” della vertenza, sottolineando la totale disconnessione tra le Istituzioni di Regione, Provincia e Comune.  Visto il “tesoro economico” costituito dal TPL (trasporto pubblico locale*), il “tesoro” costituito dal capitale immobile e mobile di CSTP, il “tesoro” costituito dalla sentenza del Consiglio di Stato (scandalosamente ancora in fase di quantificazione), il “tesoro” della forza lavoro (altamente professionale e tra le più produttive d’Italia), i lavoratori della CSTP S.p.A. ritengono quantomeno dubbia e contraria all’interesse pubblico della collettività,  la gestione economica, amministrativa ed organizzativa della CSTP S.p.A. a partire dal 25 giugno 2010, data in cui l’Assemblea dei Soci deliberava la modifica dello Statuto di CSTP S.p.A. Per quanto si apprende dal verbale datato 22 giugno 2012, l’Assemblea dei lavoratori del CSTP denuncia come irresponsabile, frettolosa, probabilmente lesiva degli interessi dei soci, dei cittadini e dei lavoratori, l’ultima Assemblea dei Soci di CSTP S.p.A. che ha approvato:

Bilancio d’esercizio 2011 –  Delibere conseguenti – Comunicazioni del Collegio Liquidatore in merito all’andamento della gestione ed alle linee di intervento previste.

Visto l’urgenza e la gravità della crisi in atto, l’Assemblea dei lavoratori del CSTP, nel ritenere ormai esaurita ogni fiducia all’attuale organo amministrativo e dirigente, chiede ai soci in indirizzo la convocazione di una Assemblea straordinaria dei soci che a norma del Codice Civile e del Diritto societario, a tutela dei diritti dei cittadini (in ultima istanza proprietari della CSTP S.p.A.) e di tutti i lavoratori, ponga all’ordine del giorno:

a)      modifica dello Statuto - ripristino incompatibilità (art. 20 comma 7) – estensione incompatibilità (nomine liquidatori volontari) – inserimento di rappresentanza elettiva dei lavoratori con diritto di voto
b)      analisi situazione economica: stato debiti, stato crediti, stato bancario (mutui, c/c: affidamenti, scoperti, etc…)
c)      analisi contratti di servizio in essere e programmati
d)      nomina nuovo organo amministrativo
e)      ricorso all’Autorità Giudiziaria in caso di permanenza delle cause di cui all’art.2484 del Codice Civile.

 

 

 

  • TPL : Delibera della Giunta Regionale n. 37 del 14/02/2012

stanziati per il 2012 : al Comune di Salerno (6,95%):  4.573.318 euro
stanziati per il 2012 alla Provincia di Salerno (22,99%) 44.740.798 euro

 

 Seguono firme dei dipendenti della CSTP S.pA.

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1