Header

Verbale assemblea parco nazionale del Cilento

In data 18 settembre 2012, alle ore 11,00, i lavoratori dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni riuniti in assemblea per trattare della Spending Review e dei tagli agli organici negli Enti Parco nonché delle problematiche del personale, approvano il seguente verbale.

Dopo una breve sintesi della Spending Review, si è aperta la discussione sui pesanti risvolti che un  ulteriore taglio del 10% degli organici produrrà nel funzionamento degli Enti Parco. Dalla discussione è

emerso che :

• L’attuale dotazione organica dell’Ente Parco del Cilento è composta da n. 37 impiegati effettivi (su una pianta organica di 45 unità).

• Con la riduzione prevista dalla Spending Review verrebbero meno le seguenti unità: 5-6 posti (vacanti).

• Che gli Enti Parco sono un baluardo a difesa del territorio anche dalla speculazione edilizia e sono l’unico investimento possibile per garantire un ambiente sano alle generazioni future.Mentre nel resto del mondo e nei paesi del c.d. terzo mondo si crea e si amplia la rete di aree protette, in Italia si  va nella direzione opposta e si tagliano le dotazioni ed i fondi dei Parchi Nazionali.

• Che negli Enti di piccole dimensioni, come gli Enti Parco, un ulteriore taglio indiscriminato potrà porre inevitabilmente forti criticità nell’assolvimento delle funzioni proprie degli Enti gestori, attribuite dalla legge 394/91.

• Che nei prossimi mesi non solo ci sarà il problema di far fronte ai problemi gestionali e di buon funzionamento degli uffici e dei servizi (l’Ente Parco infatti è sotto organico rispetto alla dotazione originaria stabilita in funzione dell’ampiezza del territorio di 181.000 ettari che comprende ben 80 Comuni e due aree marine protette di 9000 ettari a mare) che, indubbiamente, si ripercuoterà sulle azioni di tutela e valorizzazione dell’ambiente e del territorio ma, si aprirà la strada alla mobilità dei dipendenti qualora ci fossero nuovi tagli.

Pertanto, l’assemblea dichiara la propria contrarietà a queste modalità di revisione della spesa pubblica che prevede esclusivamente la dismissione del ruolo dello Stato e dei servizi pubblici e CHIEDE all’unanimità che gli organici degli Enti Parco non vengano tagliati dalla Spending Review nè da ulteriori eventuali successive leggi nonchè DIFFIDA le Istituzioni preposte ad adottare provvedimenti rischiosi per la funzionalità degli Enti e per la salvaguardia dell’Ambiente, proponendo invece un rilancio del ruolo degli Enti Parco in un’ottica di sviluppo sostenibile del territorio dando così risposta alle crescenti istanze delle comunità in termini di controllo, tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale.

Per quanto riguarda il successivo ordine del giorno sulle problematiche del personale l’assemblea, dopo aver esposto la questione stigmatizza il comportamento della dirigenza che fino ad oggi ha marginalizzato le tante richieste già formalizzate che attendono risposta.

 

L’assemblea sindacale si chiude con l’approvazione all’unanimità del documento.
L’assemblea termina alle ore 13,00.

 Vallo della Lucania, 18 settembre 2012

 

Letto e confermato dal Personale dell’Ente

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1