Header

Venerdì 1 giugno ore 17: prima riunione della rete ‘ex Nato bene comune’ all’interno della ex Nato di Bagnoli

Care tutte, cari tutti,

Da tempo abbiamo richiesto la disponibilità di un luogo all’interno dell’ex Nato dove la cittadinanza possa  riunirsi e discutere del futuro del complesso e finalmente abbiamo concordato con la dirigenza della Fbnai l’uso di un piccolo locale. Ciò costituisce un primo concreto passo verso un sempre più ampio recupero sociale dell’area.
Pertanto la prossima riunione si svolgerà all’interno dell’ex Nato (pur essendovi alcuni problemi di organizzazione dello spazio ancora in via di risoluzione).

L’odg dell’incontro di venerdì prossimo sarà incentrato sulla necessità a breve di un dibattito che coinvolga effettivamente la comunità cittadina, sul  Piano Urbanistico Attuativo e sulla convenzione comune/Fbnai, strumenti che definiranno l’assetto che le istituzioni intendono dare all’area.

Vogliamo in questo modo contribuire a concretizzare l’impegno assunto più volte dalla presidenza della Fbnai e dal Comune di una consultazione pubblica che ne  preceda l’approvazione formale.

Per favorire la massima partecipazione, avanziamo la proposta, in primo luogo a Fbnai e Comune, che all’interno del programma di eventi che stiamo organizzando per il mese di luglio, rivolti all’infanzia e all’adolescenza, agli anziani e alle fasce sociali disagiate, ai giovani e alla popolazione in genere, si dia vita ad una consultazione organizzata che abbia al centro una illustrazione puntuale e completa dei termini delle questioni e le eventuali diverse opzioni sull’uso e la gestione delle strutture e degli spazi.

Tra l’altro, il programma di attività estive citato dovrà prevedere appuntamenti sulle tematiche su cui si è costituita la rete, in particolare sui modelli partecipativi e sul finanziamento e la sostenibilità economica delle attività e imprese sociali.

Altro fondamentale obiettivo di queste attività di luglio è quello di sollecitare i cittadini a valutare e sostenere la proposta di uno strumento partecipativo comunitario (noi indichiamo la cooperativa di comunità) da costituire formalmente nel prossimo autunno insieme alla definizione di primi progetti socio-comunitari da avanzare ai decisori istituzionali e su cui iniziare a qualificare e concretizzare l’azione del soggetto comunitario.

I temi che proponiamo alla discussione, e gli impegni particolarmente onerosi che il programma di attività richiede, esigono  che le diverse componenti della rete non solo assicurino la loro presenza, ma anche portino contributi di merito e assumano impegni effettivi e affidabili.
Per questo raccomandiamo vivamente la partecipazione e la puntualità.

Rete ex Nato, bene comune.

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1