Header

Un’asta per la libertà: presentazione Napoli

«Non spegni il sole se gli spari addosso», dice Erri de Luca nella sua presentazione per questa mostra – asta d’arte. Dal 28 al 30 novembre presso Santa Maria la Nova di Napoli e dal dal 7 all’11 dicembre presso la sala polivalente del comune di Venaus, Torino. La mostra è organizzata dal Movimento No Tav, dall’A.N.P.I. di Cava de’ Tirreni, da Radio Vostok e dall’Osservatorio sulla Repressione.

Il messaggio

Il tema della mostra è la figura di Carlo Giuliani: ogni opera urla voglia di riscatto, libertà, giustizia e voglia di verità. Erri de Luca, padrino d’eccellenza della mostra, dice di Carlo:

Non stava “trafitto da un raggio di sole”, niente di poetico sotto quello estivo. Per lui non fu “subito sera”, prima di essere composto sopra un tavolo di marmo. Uscì di casa quella mattina per andare al mare e invece il mare stava già per strada, gridava, traboccava, trascinava da ogni parte, il mare. Uscì di casa, per sempre. Aveva un paio di chiavi in tasca, qualche spicciolo per il caffè. Non aveva occhiali da sole.

La mostra è anche un’asta: le opere saranno aggiudicate ai migliori offerenti e il ricavato sarà utilizzato per pagare le spese legali di coloro che sono stati vittime di repressione per le lotte sociali e la libertà di informazione.

Gli Artisti

Molti gli artisti che hanno aderito alla mostra:

  • Antonietta Mazzini (senza titolo – olio su tela 70×50),
  • Antonio Petti (“Pinocchio 1981” – inchiostro e tempera su carta 50×35),
  • Carlo Catuogno (“L’aria si rompe e vortica senza trambusto” – tecnica mista su carta 45×60),
  • Jan Banning (“Sede del PCR di Cava de’ Tirreni” – foto 28×20),
  • Maurizio Rega (“Paesaggio” – olio su tela 50×70),
  • Pietro Lista (senza nome – tecnica mista su carta 80×60),
  • Alfonso Vitale (“Paesaggio” – tecnica mista su carta 38×67),
  • Emanuela Lodato (senza nome – tecnica mista su carta),
  • Giampaolo Lambiase (senza nome – tecnica mista 28×23),
  • Vito Mercurio (“Masaniello e la rivolta napoletana” – tecnica mista 90×133),
  • Federico Sanguineti (realizzazione di un ready made alla Duchamp),
  • Manuel De Carli (senza nome – tecnica mista 33×24),
  • Luca Pastore (“Genova 2001” – tecnica mista 30×30),
  • Pasquale Vitiello (autoritratto 1995 – Punto Secco su lastra di zinco 16.2×10.8),
  • Rosa Cuccurullo (“Paesaggio” – tecnica maiolica e murrina 36×36),
  • Salvatore Tulino (“Sede del PCR di Cava de’ Tirreni” – china e acquarello su carta 35×70),
  • Bruno Bambacaro (“Fine di un simposio” – olio su tela 82×82).

L’appuntamento

Non mancate, dunque, dal 28 al 30 novembre presso Santa Maria la Nova di Napoli e dal dal 7 all’11 dicembre presso la sala polivalente del comune di Venaus, Torino.

L’arte, con i suoi mille colori, non ha colore. Ideologia, sì. Il coraggio, la forza e la bravura nel rappresentare l’ideologia è, per me, essa stessa arte.

Potrebbero interessarti ...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1