Header

Solo La lotta paga: Acqua anche a Volta Cammino

Acqua pubblica

EROGATI I FINANZIAMENTI PER FORNIRE DI ACQUA POTABILE LE ABITAZIONI DELLE

FAMIGLIE IN LOCALITÀ VOLTA CAMMINO

Alcuni cittadini della contrada Volta Cammino di Padula da anni stavano chiedendo

all’Amministrazione locale di poter usufruire di acqua potabile nelle loro case. In una bellissima lettera di

uno studente del posto, indirizzata al Sindaco del Comune di Padula (prot. N. 7223, 11 settembre 2012), si

leggeva quanto segue: “Volevo porre alla vostra attenzione l’annosa ed incresciosa situazione in cui versano

alcune famiglie residenti in Via Volta Cammino – Via Pozzi a causa dell’assenza della rete di distribuzione

dell’acqua potabile. Sono ormai anni in cui sentiamo solo promesse, ma purtroppo nulla è stato fatto. Siamo

preoccupati dall’elevato rischio chimico e microbiologico, associato all’uso in ambito domestico di acqua

non potabile. Nella zona vivono famiglie con dei bambini in età prescolare e scolare, è per i nostri figli che

avvertiamo più paura, le malattie trasmesse per mezzo delle acque sono numerose e a volte letali”.

Da anni la stessa Amministrazione sembrava inoperosa. Siamo allora intervenuti sulla questione

a due riprese, tra la fine dell’anno 2012 e l’inizio del 2013. Abbiamo atteso invano comunicazione di un

punto all’ordine del giorno del Consiglio comunale di Padula sul tema, così come ci era stato promesso

in un colloquio serrato con il Sindaco di Padula del gennaio 2013. Tuttavia, di recente siamo stati messi a

conoscenza, da parte dell’Ente comunale, di un finanziamento di 2.964.308,88 EUR erogato dalla Regione

Campania nell’ambito delle misure per l’accelerazione della spesa. Tale finanziamento è stato assegnato al

Comune di Padula con decreto del Dipartimento della salute e delle risorse naturali n. 1044 del 7 luglio 2014.

La non banale somma di danaro pubblico dovrà servire all’ampliamento e all’adeguamento della rete idrica

“sorgente S. Andrea”, che permetterà, a detta dell’Amministrazione e di esperti da noi consultati, a risolvere

definitivamente il problema dei cittadini della contrada Volta Cammino.

Su questo caso, anche se abbiamo dovuto registrare una scarsa attenzione da parte del Comune di

Padula, non tanto in merito alla nostra azione (che forse è servita da pungolo, avendo affrontato la questione

con la giusta durezza – come è bene che sia quando si tratta di diritti fondamentali del cittadino) ma al

coinvolgimento nel processo deliberativo (bastava una semplice comunicazione formale di avvenuta richiesta

di finanziamenti), possiamo dirci soddisfatti dell’esito dell’intera vicenda. Tuttavia, prima di esultare,

aspettiamo l’avvio e la conclusione dei lavori. Infatti, a guardare quanto è accaduto per il cantiere

infinito della SP 180, sul quale argomento torneremo a breve per mettere un po’ di cose in chiaro tra chi

vede tutto nero e chi dice che va tutto bene, non vorremmo che i cittadini della contrada Volta Cammino

siano costretti ad aspettare altri lunghi anni per vedere scorrere un rivolo di acqua potabile dai rubinetti delle

proprie abitazioni. Anche nella capacità di esecuzione dei lavori e nella qualità degli stessi si distingue una

buona amministrazione. Così, senza esprimere giudizi (cosa che a noi non compete), attendiamo, restando

attenti solo alle istanze che vengono dalla cittadinanza e non già alle missive che alcuni amministratori locali

indirizzano a Roma per lamentarsi, in modo del tutto infondato, del nostro operato.

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1