Header

Solidarietà ai compagni di ponticelli

la RedAzione di Radio Vostok esprime solidarietà ai compagn* di ponticelli, che hanno visto nella giornata di ieri arrestare un proprio compagno mentre si era in presidio davanti bankitalia. La loro repressione non ci fermerà e quest’autunno sarà sempre più caldo. le lotte non si processano. di seguito riportiamo il comunicato su i fatti di ieri.

Comunicato sulla repressione allo sciopero del 6 settembre

La riuscita del corteo indetto oggi dalle realtà del sindacalismo di base in occasione dello sciopero generale contro la manovra di macelleria sociale varata dalla destra berluconiana su mandato della BCE e col sostanziale avallo della finta opposizione parlamentare, e che a dispetto del clima ancora estivo ha visto la partecipazione di movimenti di disoccupati e precari, collettivi studenteschi e organizzazioni della sinistra di classe, probabilmente ha allarmato non poco i cani da guardia dei padroni e dei banchieri.

E’ bastato infatti un presidio sotto la sede napoletana della Banca d’Italia, qualche slogan di rabbia verso le politiche di miseria e sfruttamento che per 20 anni hanno imposto sacrifici ai proletari in nome degli interessi del profitto e di quella speculazione finanziaria che è alla base dell’attuale tracollo del capitalismo occidentale, e infine il lancio di qualche ovetto innoquo sui portoni di Bankitalia per scatenare la furia degli uomini in divisa: durante le cariche a colpi di manganello, un giovane compagno di Ponticelli è stato accerchiato e massacrato dagli agenti in borghese della Digos, e successivamente portato in Questura dove è stata in breve tempo decisa la convalida dell’arresto.

L’associazione Marxista Unità Comunista è fermamente a fianco del compagno e dei suoi familiari, chiedendone l’immediata scarcerazione.

Le lotte non si processano

La crisi è il capitalismo

Per l’organizzazione autonoma di classe

Associazione Marxista Unità Comunista

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1