Header

Siamo tutti No Tav

LA  COMPAGNA  NICOLETTA  DOSIO  E’  STATA  ARRESTATA

Siamo tutte/i  NO TAV , con l’indomita Nicoletta  e di quanti onorano il ” diritto di resistenza”.

La sfida portata da Nicoletta agli inquisitori torinesi è determinante,  per mettere in luce il carattere esclusivamente repressivo delle centinaia di provvedimenti restrittivi della libertà personale , della ” libertà di movimento”.
Si smaschera così il disegno oppressivo nei confronti dell’ intera popolazione Valsusina e dei protagonisti di una battaglia epocale che ha travalicato l’Europa, per assumere un valore universale riconosciuto in tutto il mondo.
Tutto il mondo reagirà nei confronti di questo ottuso quanto fallace provvedimento di arresto , metterà sotto accusa il Codice erede del fascismo e i suoi faziosi esecutori, nonchè chiederà al governo italiano “i perchè della TAV,opera inutile e costosa”.
BRAVA  Nicoletta , bravi tutte/i che avete rifiutato di sottostare ai diktat coercitivi quanto arbitrari, state dando la migliore immagine di cosa è capace la resistenza sociale contro la  “democrazia autoritaria” , che in Val Susa imperversa solo con l’occupazione militare , che  sta trovando pane per i suoi denti in ogni dove.
Cara Nicoletta , un affettuoso abbraccio da tutte/i noi, nell’impegno solidale per la tua pronta liberazione e la vittoria NO TAV : dal palco della manifestazione del 24/9 a Roma  “per il kurdistan e la liberazione di Ocalan” la tua voce risuonerà potente.

Roma 22.9.16                CONFEDERAZIONE   COBAS

Nicoletta Dosio gli arresti domiciliari

dosioAPPUNTAMENTO alle 19 di fronte alla sua abitazione a Bussoleno, in Via San Lorenzo.

Stamane alle 6 la Questura di Torino si è presentata a casa di Nicoletta notificandole la misura cautelare degli arresti domiciliari emessi dal gip Ferracane in sostituzione a quella dell’obbligo di dimora.

Ricapitolando le tappe di questa vicenda giudiziaria, ricordiamo come Nicoletta fu sottoposta il 23/06 alla misura di obbligo di presentazione quotidiana ai carabinieri di Susa, mai ottemperata, e che in data 27/07 tale misura, su ricorso di Rinaudo, fu aggravata con quella dell’obbligo di dimora in Bussoleno.

Nicoletta in tour in giro per l’Italia con “Io sto con chi Resiste” ha violato sistematicamente anche questa applicazione e dichiarato pubblicamente, in molte occasioni, la sua volontà di non rispettare queste ingiuste imposizioni.

A seguito di due segnalazioni di violazione da parte della polizia, tra le tante, emerge dalle carte consegnate oggi a Nicoletta come ella abbia commesso reato “nonostante avesse ben compreso il contenuto della misura cautelare e delle relative prescrizioni (che ha espressamente dichiarato di rifiutare), addirittura non presentandosi all’interrogatorio di garanzia fissato …” e come “tali condotte dimostrano che la misura originariamente apllicata) e nonostante i divieti le fossero stati espressamente ribaditi ella ha ripreso, o meglio, ha continuato a “tresgredire”.

Queste, per noi tutti, sono note di merito che attestano il coraggio di una giusta battaglia.

Come movimento No Tav sosterremo Nicoletta in questa sua lotta di libertà per tutti e tutte e ribadiamo insieme a lei che non ci metterete mai in ginocchio.

Ci diamo appuntamento alle 19 di fronte alla sua abitazione a Bussoleno, in Via San Lorenzo.

Libertà per Nicoletta!

Libertà per tutti i No Tav!

 

Potrebbero interessarti ...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1