Header

Report assemblea 20 dicembre

Martedi 20 dicembre l’assemblea tenutasi all’aula magna della facoltà d’Ingegneria, ha visto una
vasta partecipazione di lavoratori, disoccupati, precari e studenti. Assemblea nata da primi incontri
tra sindacati di base, movimenti di lotta x il lavoro, movimenti di lotta x la difesa dell’ambiente,
collettivi politici e studenteschi, e centri sociali.ma soprattutto ritenuta necessaria per mettere le basi
di questo neo coordinamento iniziando a parlare a quanti in questi mesi stanno subendo le “folli”
manovre del governo e pagano ormai il prezzo altissimo di una crisi non voluta e generata da loro.

Proprio su questa tematica si è sviluppata l’assemblea di martedì dove a partire dall’ intervento dei
lavoratori Fiat di Pomigliano, passando a quelli dei disoccupati organizzati del progetto BROS, agli
attivisti del movimento ambientale, per finire con il contributo apportato dai collettivi universitari
e politici hanno espresso all’unanimità la necessità di intraprendere un percorso di lotta che veda
unito una serie di vertenze presenti sul territorio campano (lavoro, ambiente, sanità, scuola etc.),
per unire le forze e costruire un fronte comune fatto di lavoratori, precari, disoccupati, migranti,
studenti, pensionati e quanti non vogliono continuare a subire ciò che ci viene imposto da banche
e governi. Ciò significa costruire un grande Movimento di classe che spazzi via i responsabili
del nostro affamamento, coloro che anche con la crisi continuano a fare profitti sulla nostra pelle,
individuando in primis come nemico comune la Regione Campania che latita e sfugge alle proprie
responsabilità; un movimento che lotti e si sviluppi nella piena autonomia da partiti e istituzioni, e
che riesca a riappropiarsi o a conquistare quanto negli ultimi decenni, in termini di lavoro e servizi
sociali è stato sottratto se non addirittura negato ai tanti proletari.

L’assemblea ha dato così le basi su cui organizzarsi e dare vita ad iniziative di lotta comuni che
mirino a colpire i fautori del nostro impoverimento, mettendo così in calendario per la fine del
mese di gennaio una manifestazione/assedio che porti il movimento alla Regione Campania, per
costringere la Giunta Caldoro ad aprire un tavolo di trattativa con le parti sociali in questioni, e
non con i Sindacati Confederali che poco, se non per niente tutelano i diritti dei lavoratori, per la
risoluzione delle vertenze in corso.

Di comune accordo l’assemblea ha fissato un nuovo appuntamento dove il neocoordinamento si
riunirà, riunione aperta a quanti di loro, come soggetti singoli o realtà organizzate, vogliano portare
il loro contributo alla discussione e soprattutto alla lotta per la conquista dei nostri diritti.

La riunione si terrà martedì 3 gennaio 2012 alle ore 17,00 presso la sede del Coordinamento di lotta
x il lavoro, in via Cesare Rossarol.

Potrebbero interessarti ...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1