Header

L’esame per ottenere la cittadinanza

Bertolt Brecht non è stato solo uno dei piú importanti uomini di teatro del Novecento, ma anche un poeta,  capace di trasformare ogni verso in strumento di lotta e di persuasione, al servizio di una società libera e democratica. Una società in cui nessuno, neppure l’artista, può essere indifferente a ciò che appartiene a tutti: la politica.

“A Los Angeles davanti al giudice che esamina coloro

che vogliono diventare cittadini degli Stati Uniti

venne anche un oste italiano. Alla domanda:

che cosa dice l’ottavo emendamento, rispose:

1492. Cosí venne mandato via. Ritornato

dopo tre mesi gli posero la domanda: chi

fu il generale che vinse nella guerra civile? La sua risposta fu:

1492. (Con voce alta e cordiale). Mandato via di nuovo

e ritornato una terza volta, rispose

a una terza domanda ancora: 1492. Orbene

il giudice, che aveva simpatia per l’uomo, si informò

sul modo come viveva e venne a sapere: con un duro lavoro. E allora

alla quarta seduta il giudice gli pose la domanda:

quando

fu scoperta l’America? e in base alla risposta esatta,

1492, l’uomo ottenne la cittadinanza.”

 

 

Bertold Brecht, poesie politiche

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1