Header

Festa antifascista a Bologna

DOMENICA 23 GIUGNO DALLE 12 ALLE 22

LUNETTA ROSSA!

FESTA ANTIFASCISTA
al Parco della Lunetta Gamberini (ingresso via degli Orti)

dedicata alla memoria di Clément Méric

FERMATA BUS LUNETTA GAMBERINI
Linea 11 da Bolognina/Autostazione/Marconi/Frassinago/S.Stefano…
Linea 36 da Barca/S.Felice/Stazione/Irnerio/S.Orsola…

Link: http://vag61.noblogs.org/post/2013/06/20/lunetta-rossa/

IL PROGRAMMA
============

– Sport popolare:

tornei di pallavolo, basket, bocce, calcio, esibizione di boxe, muay thai.

– Ciclofficina.

– Breakdance area con workshop.

– Mostra «Scatti resistenti» a cura di Zic.it.

– Workshop «antifascismo è antisessismo».

– Presentazioni e dibattiti:

Difesa legale. Note per una maggiore consapevolezza (2013) a cura
dell’Associazione di mutuo soccorso per il diritto di espressione;

La controrivoluzione preventiva di Luigi Fabbri, a cura del Nodo sociale
antifascista;

collegamento con Paris Antifa;

tavola rotonda «Entrismo e mimetismo delle nuove destre» con Forlì
antifascista.

– Musica dal vivo con The Strikes, Hardcoro De Marchi, OTM Bolognina on
the move, Bologna ska jazz.

– Laboratori di arte e musica per i più piccoli. Cucina popolare e osteria
anticlericale.

* * * * * * * *

Nel quartiere Murri da circa due anni ha aperto una sede di Casapound, i
fascisti del terzo millennio.
Solo presentandosi sotto le mentite spoglie della fantomantica
associazione “Sole e Acciaio” è stato concesso loro uno spazio da un
privato, dopo che erano stato cacciati dal centro.
In questi anni in cui la crisi attanaglia anche lo stato sociale, trovano
terreno fertile per proporre soluzioni che implicano la cacciata del
diverso o dello straniero generando una guerra tra poveri.
Con questa festa vogliamo riprenderci il quartiere, credendo che solo con
i principi dell’antifascismo, antisessismo e antirazzismo si possa
cominciare a ricostruire.

Bologna Antifascista

* * * * * * * *

COS’E’ CASAPOUND?
=================

Cos’è casapound?…tra un finto ribellismo anti-istituzionale,
finanziamenti pubblici e appoggi in parlamento consueti ai fascisti di
ogni epoca, gli squadristi del terzo millennio sono l’avanguardia del
rigurgito neofascista di oggi: un gruppo di vili squadristi camuffati da
rock-stars.
Sono loro che hanno occupato le copertine di riviste e testate
giornalistiche con sorrisi e teste rasate, petizioni contro Equitalia, per
il diritto alla casa o alla maternità. Quelli che poi scesero in piazza in
pieno regime berlusconiano, forti dell’allora neo-sindaco di Roma
Alemanno, a spaccar teste con spranghe e catene agli studenti medi che
manifestavano contro la riforma Gelmini, il 28 Ottobre 2008. Gli stessi
che subito dopo vennero scortati fuori da piazza Navona protetti da
rappresentanti di partito e poliziotti in assetto antisommossa, davanti
all’incredulità di insegnanti, studenti e giornalisti.

come sempre: PROTETTI E IMPUNITI

Sono gli stessi che si sono visti in questi anni in innumerevoli scontri
nelle strade di Roma. Fratelli di quelli che anni fa uccisero Valerio
Verbano, ammazzato in casa davanti agli occhi dei suoi genitori il 22
Febbraio 1980, che assassinarono Dax a Milano nel 2003 e Renato a Ostia
nel 2006. La stessa indole violenta animò Gianluca Casseri, militante di
Casapound, quando ammazzò a colpi di pistola due senegalesi a Firenze, il
13 Dicembre 2011. Casseri, fascista e assassino, fu prontamente
etichettato
come pazzo dai leader di casapound, così come dai giornali e dai politici.

come sempre: PROTETTI E IMPUNITI

Sono gli stessi che riempiono i licei e le università di Roma di svastiche
e inneggiamenti al duce, che irrompono nelle scuole con fumogeni e
spranghe, minacciando e intimidendo. Gli stessi fascisti che anche a
Bologna vorrebbero permettersi di fare la loro retorica propaganda fuori
dai licei, arrivando persino a minacciare fisicamente i ragazzi che
protestano per la loro presenza.

come sempre: PROTETTI E IMPUNITI

I fascisti di casapound hanno una sede anche a Bologna, da mesi ormai, in
via Malvolta, e ogni giorno è uno di troppo. Perché i fascisti di
casapound come i fascisti di ogni epoca sono una delle incarnazioni più
nitide e reali della violenza dello stato, il quale, quando non bastano le
consuete armi di cui dispone, fa scendere in strada i suoi giovani
balilla, energici e servizievoli, sempre al servizio dei padroni, sempre
pronti ad aiutare a mantenere inalterato, con violenza e cattiveria, lo
status quo di ingiustizia e sfruttamento nel quale viviamo.
Servi dei padroni, man forte delle loro politiche, come già cent’anni fa:
camice nere, mercenari nostrani, squadristi del terzo millennio:
Originali fascisti

Dalle 12 alle 22: sport popolare, esibizioni, workshop, breakdance,
presentazioni, dibattiti, ciclofficina, rassegna fotografica, musica dal
vivo, cucina e osteria

Mai più fascismo

Chiudiamo casapound

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1