Header

Corteo Antifascista a Napoli

il 29 aprile può essere considerato il venerdì nero per la Napoli antifascista, medaglia d’oro alla Resistenza. In quella data la città ha visto i propri figli aggrediti, accoltellati, minacciati e, in seguito, denunciati e denigrati.

I fascisti che ci accoltellano stanno dalla stessa parte di chi inquina, devasta e sfrutta i nostri territori, di chi ci sfrutta sul lavoro, di chi ci impone disoccupazione e precarieta’.

Chi ci accoltella sta dall’altra parte della barricata.

Sono anni che lottiamo per migliorare le condizioni di vita di tutti, sono anni che lottiamo contro questo stato di cose. Contro la disoccupazione, per la raccolta differenziata porta a porta, per una scuola e un’università pubblica, contro la devastazione dei nostri territori, contro i licenziamenti, per l’acqua pubblica e contro il nucleare.

Non ci fermeranno le lame dei fascisti né le denunce che ci piovono addosso.

E’ necessario ripartire dalle lotte che tutti i giorni portiamo avanti nei territori, nelle scuole, nelle università, nelle piazze! Ripartire per dare un segnale, per reagire, per dimostrare l’unità e l’orgoglio della nostra gente che non si arrende a morire di miseria, precarietà, munnezza e fascismo.
Facciamo appello a tutti gli studenti, ai disoccupati, ai precari, ai lavoratori, ai comitati e a tutte le individualità che ogni giorno resistono, per fare di giovedì 12, una giornata di mobilitazione in cui riprendere la parola e vivere da protagosisti la nostra città.

 

12 MAGGIO CORTEO ANTIFASCISTA ORE 16:30 PIAZZA DEL GESU’

 

PER L’ACQUA PUBBLICA

RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA

NO AL NUCLEARE

SCUOLA E UNIVERSITA’ PUBBLICA

CONTRO I LICENZIAMENTI

CONTRO IL RINCARO DEI BIGLIETTI

CONTRO FASCISMO, SESSISMO, RAZZISMO.

 

Liberta’ per i precari bros

liberta’ per tutti

Potrebbero interessarti ...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1