Header

Cobas vicino agli studenti che boicottano

cobas

Solidarietà e massimo sostegno agli studenti salernitani
Si è conclusa con le scuole Superiori la “tre giorni” di scioperi contro la scuola-quiz e gli indovinelli Invalsi. Grazie al contributo determinante degli studenti e delle studentesse, dalle scuole di Salerno e provincia è emersa una decisa opposizione all’Invalsi e alla farsa della valutazione a quiz che da anni sta avvelenando le nostre scuole.

Studentesse e studenti, nelle scorse settimane, hanno saputo argomentare la distruttività e l’iniquità della valutazione di scuole, docenti e studenti sulla base dei quiz strutturati e la drammaticità dell’impoverimento culturale prodotto dall’ insegnamento finalizzato unicamente alla risoluzione dei quiz che già ha contagiato le loro scuole e inquinato parecchi testi scolastici e denunciando pure che l’Invalsi, se non verrà fermato, sarà lo strumento utilizzato per la ristrutturazione finale della Scuola pubblica del nostro Paese
E’ sulla base di queste insindacabili ragioni che hanno rifiutato di sottoporsi all’umiliante somministrazione degli indovinelli protestando davanti alle Scuole o annullando le schede: una protesta pacifica e corretta che, da insegnanti, ci rende orgogliosi di loro e ci fa credere nella possibilità di un futuro meno buio dell’insostenibile presente.
Ma la protesta civile di questi ragazzi e di queste ragazze non è stata apprezzata visto che in queste ore ci stanno segnalando di minacce e anche di “punizioni” che si dovrebbero materializzare nelle scuole ai danni dei presunti o delle presunte ribelli.
Noi non ci stiamo e li difenderemo.
Intanto, cogliamo anche quest’occasione per invitare i dirigenti scolastici, gli invalsiani e i quizzaroli che si aggirano nelle nostre scuole a mettere una sola croce e per sempre sull’Invalsi .

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1