Header

Cobas su biomasse

E’ TEMPO DI LOTTARE!

LE NOTIZIE ALLARMANTI CIRCA L’IMMINENTE INIZIO DEI LAVORI PER LA COSTRUZIONE DELLA CENTRALE A BIOMASSE A RIDOSSO DELLA RISERVA NATURALE DI PUNTA ADERCI SONO UN MESSAGGIO ORMAI INEQUIVOCABILE PER TUTTI COLORO CHE VOGLIONO COSTRUIRE UNA ECONOMIA DEL VASTESE, RISPETTOSA DEGLI EQUILIBRI AMBIENTALI, COMPATIBILE CON LE CARATTERISTICHE DELLA NOSTRA ZONA E CHE NON SIA DANNOSA PER LE PERSONE CHE CI VIVONO. SAPPIAMO CHE IN TEMPO DI CRISI LA TESI SECONDO CUI “ SI PUO’ SACRIFICARE L’AMBIENTE PER UN POSTO DI LAVORO” PUO’ TROVARE ASCOLTO IN UNA PARTE DELLA POPOLAZIONE. MA E’ UNA TESI DI CORTO RESPIRO: UNA CENTRALE INFATTI E’ DISTRUTTIVA DELL’AMBIENTE CIRCOSTANTE (E DEI POSTI DI LAVORO CHE ESSA PUO’ FORNIRE) E, IN RAPPORTO AI DANNI CHE CREA,  HA UNA RICADUTA ASSOLUTAMENTE RIDICOLA IN TERMNI DI RICCHEZZA PER LE POPOLAZIONI INTERESSATE; TRALASCIAMO QUI’ LE CONSIDERAZIONI SUI RISCHI ,SEMPRE INCOMBENTI,  DI TANGENTI E  PERICOLI DI DEVASTAZIONI AMBIENTALI. INTENDIAMO SEMPLICEMENTE AFFERMARE, CHE  LO SVILUPPO CHE SI PROPONE TRAMITE PRODUZIONE DI ENERGIA NON CORRISPONDE ALLE ESIGENZE DEL NOSTRO TERRITORIO E PERTANTO NON S’HA DAFARE. NON E’ ANTIPATIA PER LE CENTRALI A BIOMASSE: E’ UNA IDEA DIVERSA DELLO SVILUPPO E DELLA RICCHEZZA AD ESSO CONNATURATA.

DUNQUE AL DILA’ DEL FATTO CHE CI SIANO  O MENO LE REGOLARITA’ DEI PERMESSI PER COSTRUIRE CENTRALI DI QUESTO TIPO, PENSIAMO CHE ESSE DEBBANO ESSERE IMPEDITE, PERCHE’ NON E’ DI QUESTO CHE ABBIAMO BISOGNO! IN QUESTO SENSO LE RECENTI DICHIARAZIONI DI POLITICI LOCALI FACENTI PARTE DELL’ATTUALE MAGGIORANZA DI GOVERNO LOCALE (ORA ANCHE NAZIONALE!) SONO STUPEFACENTI. PRIMA DELLE ELEZIONI HANNO “CARPITO” LA FIDUCIA DEI VASTESI PARLANDO DI SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DEL TERITORIO, DI PARCHI “DELLA COSTA TEATINA”. ORA TENTENNANO E NON SI OPPONGONO ALLA COSTRUZIONE DI  “ECOMOSTRI”, CHE IMPEDIRANNO DI FATTO LO SVILUPPO PROCLAMATO E PROPAGANDATO PRIMA DELLE ELEZIONI!

A QUESTO PUNTO ABBIAMO CAPITO CHI SI OPPONE VERAMENTE E CHI NO ALLE CENTRALI A BIOMASSE

FACCIAMO APPELLO PERCIO’ ALLA POPOLAZIONE, AI PORTATORI DI INTERESSE CHE NON SONO D’ACCORDO CON QUESTO TIPO DI SVILUPPO, ALLE ASOCIAZIONI CHE CREDONO NEL RAPPORTO EQUILIBRATO TRA RICCHEZZA E AMBIENTE, AD UNIRSI A NOI, A FORMARE COMITATI E  A LOTTARE CON DETERMINAZIONE CONTRO LA COSTRUZIONE DI QUESTE CENTRALI (PARIAMO AL PLURALE, PERCHE’ SAPPIAMO CHE NON C’E’ UN SOLO PROGETTO DI COSTRUZIONE , BENSI’ DUE ).

GRIDIAMO IN FACCIA AI DISTRUTTORI DEL NOSTRO FUTURO : “UN ALTRO VASTESE E’ POSSIBLE!”

Vasto, 27 novembre 2011

     CONFEDERAZIONE COBAS DEL VASTESE

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1