Header

Blitz alla cotoniere

Trasmettiamo comunicato del blitz di stamattina, dove peraltro c’è stato l’intervento delle guardie giurate. Gravissimo atto della vigilanza interna che, lo ricordiamo, hanno il semplice compito di servizio antincendio e di primo soccorso. Hanno tolto i volantini che noi abbiamo distribuito attaccandoli sulle macchine dei dipendenti. Facciamo notare che le macchine a tutti gli effetti sono proprietà privata e quindi possiamo tranquillamente dire che loro hanno fatto una intrusione in proprietà privata. Ergo possiamo affermare che nel regno di Lettieri grande amico del governatore i lavoratori no hanno diritto nemmeno alla “proprietà privata”

CON IL PROTAGONISMO DEI LAVORATORI

PER TORNARE A VINCERE

“BLITZ” DI RIFONDAZIONE COMUNISTA AL CENTRO COMMERCIALE LE COTONIERE.

Questa mattina, 26 Dicembre 2017, un nucleo di iscritti e militanti del PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTASINISTRA EUROPEA, circolo territoriale della Valle dell’Irno “G. PULETTI”,  e dei Giovani Comunisti (la struttura giovanile di Rifondazione Comunista) hanno effettuato un “blitz” distribuendo un volantino SOPRATTUTTO ai dipendenti delle varie attività e poi ai vari clienti presenti nel centro e solo successivamente hanno affisso tre striscioni. Le frasi riportate su quest’ultimi erano: “LAVORO CON DIGNITÀ . DIGNITÀ CON IL LAVORO”, “DIRITTO ALLE FESTE E AI RIPOSI PER TUTTE E TUTTI”, “LAVORO SI, SFRUTTAMENTO NO”.

Lo scopo di tale iniziativa non era solo quello di denunciare quanto ormai è noto a tutti (sfruttamento, sottosalario, stipendi da 400 € mensili, contratti atipici, estremamente precari e a “grigio”, licenziamenti a go go, sottomissioni e “terrore” dei dipendenti) ma quello di offrire a quanti si ritrovano in queste assurde e inaccettabili condizioni tutti i servizi legali, contrattuali e vertenzieri di cui hanno bisogno oggi o che ne avranno bisogno nel prossimo futuro. Servizi che possiamo e vogliamo offrire a tutti grazie alle varie professionalità dei nostri iscritti e grazie ai nostri rapporti politici e organizzativi con le varie e diversificate sigle sindacali. Quindi consulenti del lavoro, avvocati giurislavoristi, dirigenti sindacali, vertenzieri ecc. ecc.

Solo rompendo il muro di solitudine in cui oggi vivono i lavoratori sarà possibile bloccare e “neutralizzare” lo sfruttamento selvaggio e il clima di paura presente in tutti i luoghi di lavoro, solo riprendendo “il filo collettivo” di quanti oggi sono costretti ad “accettare” qualsiasi condizione di lavoro sarà possibile riprendere il percorso per riacquistare i diritti perduti anche grazie alle politiche scellerate (jobs act ad esempio) che i vari governi di centro sinistra e di centro destra hanno messo in atto negli ultimi due decenni. Per ritornare a vincere con il protagonismo dei lavoratori.

PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTASINISTRA EUROPEA

POTERE AL POPOLO

Potrebbero interessarti ...

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1