Header

25, 28 luglio / Fermiamo il massacro in Palestina!

// VENERDI 25 LUGLIO ORE 18:00 PRESIDIO DI FRONTE IL CONSOLATO STATUNITENSE A PIAZZA DELLA REPUBBLICA

// LUNEDI 28 LUGLIO ORE 10:00 PRESIDIO A P.GARIBALDI CON LE COMUNITA’ ARABE DELLA CAMPANIA

Il massacro in Palestina procede e produce ancora morti, feriti, arresti e distruzione. Sono ormai più di 600 le vittime palestinesi e aumentano di ora in ora senza nessuna prospettiva diplomatica per fermare l’attacco israeliano sulla Striscia.

A Napoli siamo già scesi in piazza in tanti, tantissimi contro il massacro che si sta consumando, contro la complicità politica, economica e militare del nostro Governo, contro la complicità dei nostri media mainstream, contro i tantissimi arresti e raid in tutta la Palestina che continuano dal rapimento dei 3 coloni in poi, vicenda utilizzata strumentalmente da Israele per giustificare una vera e propria “caccia all’arabo” e continuare a tormentare e disintegrare una popolazione intera.

Ma non possiamo fermarci adesso. In tutto il mondo continuano i presidi e le manifestazioni contro l’attacco israeliano che dopo l’invasione via terra, ha riportato nella mente di molti le immagini e i ricordi dell’operazione Piombo Fuso, che a cavallo tra il 2008 e il 2009 fece più di 1400 vittime palestinesi in una vera e propria operazione di pulizia etnica nei territori gazawi.

La resistenza palestinese nonostante la brutalità, l’assedio, il massacro, i raid, gli arresti, continua a resistere all’aggressione con ogni mezzo necessario a Gaza, come in Cisgiordania e nei territori israeliani con la consapevolezza che non potrà esserci pace duratura senza una reale giustizia che metta fine non solo alle disastrose operazioni militari, ma all’occupazione della Cisgiordania, all’espansione delle colonie e all’assedio della Striscia per permettere finalmente ai profughi palestinesi di tornare nella propria terra, ai prigionieri palestinesi di ricongiungersi con i propri cari, a un’intera popolazione in lotta di superare lo stato di apartheid e tutta la brutalità che da questo deriva!

Vi invitiamo, quindi, a scendere ancora in piazza Venerdì 25 luglio a Piazza della Repubblica di fronte al consolato statunitense primo complice delle politiche israeliane e il 28 luglio a piazza Garibaldi, ancora più numerosi, per protestare contro questo massacro, contro la complicità del nostro Governo, contro la copertura mediatica che i nostri giornali gli forniscono!

PALESTINA LIBERA!

Potrebbero interessarti ...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1