Header

Ente Parco del Cilento, Vallo del Diano ed Alburni : pronti alla lotta contro lo smantellamento

usb

usbENTE PARCO DEL CILENTO, VALLO DEL DIANO ED ALBURNI

Martedì prossimo, alle ore 11,00 presso l’aula consiliare dell’Ente, in Piazza  S.Caterina a Vallo della Lucania,  si terrà quindi l’assemblea del personale  dell’Ente Parco Nazionale del Cilento,Vallo di Diano ed Alburni, indetta  dall’Unione Sindacale di Base, a cui parteciperanno esponenti della Federazione  provinciale USB Pubblico Impiego di Salerno che appoggiano in pieno l’azione  promossa dai dipendenti degli Enti Parco.

La Spending Review ha stabilito un nuovo taglio del 10% delle piante organiche  degli Enti pubblici, compresi gli Enti Parco. Negli ultimi 3 anni le piante  organiche sono già state ridotte del 35% e questa nuova riduzione darà il colpo  di grazia al funzionamento dei Parchi Nazionali. Per protestare contro questi tagli indiscriminati che non tengono conto nè  della dimensione dei piccoli Enti nè delle specificità di quelli che, come gli  Enti Parco, svolgono delicate e fondamentali azioni di tutela ambientale  sancite dalla Legge Quadro sulle Aree Protette (L.394/91) e che, senza  personale, rischiano di esistere solo sulla carta, le RSU dei Parchi Italiani  appartenenti a tutte le sigle sindacali, indicono, contemporaneamente, in tutta  Italia assemblee del personale il prossimo 18 settembre.

USB SOSTIENE I DIPENDENTI CONTRO LA SPENDING REVIEW
IL 18 SETTEMBRE ASSEMBLEE IN TUTTA ITALIA

No alla distruzione degli ultimi “polmoni verdi” del Paese

I lavoratori degli Enti Parco chiedano siano esclusi dalla mannaia della spending review e da tutti gli eventuali nuovi tagli del 10% agli organici che il governo Monti potrebbe attuare con successive norme. Sono i dipendenti dei Parchi Nazionali: un esercito di biologi, naturalisti, comunicatori, esperti di educazione ambientale, agronomi, amministrativi e tecnici, che da anni sono impegnati nelle azioni di  tutela e valorizzazione di territori che,  per il loro elevato pregio naturalistico e per la presenza di specie di flora e fauna a rischio di estinzione, sono stati dichiarati protetti a livello nazionale ed anche internazionale, visto che alcuni di essi sono stati dichiarati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Il prossimo 18 settembre, i dipendenti dei Parchi si riuniranno in assemblee in tutta Italia per dire No alla riduzione delle dotazioni organiche del personale non inferiore al 10% della spesa complessiva relativa ai posti in organico ed al conseguente azzeramento della funzionalità degli Enti Parco, che a seguito di questo e dei precedenti tagli già operati,  corrono il rischio di continuare ad esistere solo sulla carta.

L’Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego appoggia in pieno questa campagna ed è al fianco del personale dei Parchi, perché le scelte di tagli indiscriminati non porteranno risparmi ma aumento del precariato, disoccupazione, totale distruzione dei servizi pubblici e delle azioni correlate alla tutela ed alla sicurezza delle aree protette, gli ultimi polmoni verdi d’Italia, ed invita tutti i lavoratori ad aderire alle assemblee territoriali del prossimo 18 settembre.

Potrebbero interessarti ...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
1